La ricorrenza di Navaratri, letteralmente nove notti, cadrà quest’anno dal 29 settembre all’8 ottobre.

Navaratri è il più propizio e speciale periodo dell’anno per le pratiche devozionali e per onorare la Shakti, la sublime, suprema, assoluta energia creatrice del divino concettualizzata come Dea Madre, la cui adorazione risale alla preistoria, ancor prima che sorgesse l’età Vedica.

Nell’Ashram di Varishtapuri, in India, in occasione di Navaratri si svolgeranno preghiere speciali, Pranayama Japa, rituali, Devi puja, Trikala Puja, Homa ed altri rituali Vedici.

L’ultimo giorno di Navaratri è denominato Vijayadasami. E’ il giorno più propizio dell’anno per intraprendere qualsiasi cosa nuova con la benedizione della Madre Divina.

In questo giorno speciale a Varishtapuri, a partire dalle 5.30 di mattina, si effettuerà il Vidyapradayani Yajna, un rituale Vedico il cui scopo è implorare la Dea Saraswathi affinché conceda la grazia della Vera Conoscenza. Si prevede la partecipazione di un gran numero di studenti dai 7 ai 23 anni.